LILT Isontina in campo per la Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica, gli eventi.

12.03.2024

Una serata informativa, una mostra, la collaborazione con un’azienda del territorio, una camminata alla scoperta dei dintorni di Savogna, tre visite senologiche (di cui una esaurita a poche ore dalla sua diffusione sui canali social) e due progetti innovativi. Verrà celebrata così dalla Lilt Isontina la Settimana della Prevenzione Oncologica a Gorizia, con un programma talmente corposo da costringere a dilatare i limiti dei sette giorni compresi fra il 16 e il 23 marzo, date ufficiali dell’evento a livello nazionale.

Come ha sottolineato questa mattina in sede di conferenza stampa il presidente del sodalizio Michele Luise, l’obiettivo primario di queste iniziative è sensibilizzare alla prevenzione, un compito assolto da Lilt grazie agli incontri che, in dicembre, hanno coinvolto gli studenti di diversi istituti cittadini all’interno dell’auditorium dell’ospedale, ma che da febbraio ha assunto anche una nuova forma grazie alla sinergia con Tecnocoop. A seguito di una donazione annuale la cooperativa, formata per il 75% da dipendenti donne, ha infatti avviato una collaborazione con Lilt Isontina con un’attività di screening mammografico gratuito rivolto alle lavoratrici e ai loro familiari.

Le attività sono poi state dettagliatamente illustrate da Nicole Primozic che ha introdotto la serata informativa di giovedì 21 marzo alle 18 (in sala Dora Bassi) dedicata a “Prevenzione dei più frequenti tumori ginecologici: percorsi standardizzati nella nostra realtà”, con gli interventi di Paola De Laszlo e Ayuna Angarkhayeva dell’Ostetricia e Ginecologia di Gorizia e Monfalcone. Domenica 24 marzo appuntamento al Campo sportivo comunale di Savogna d’Isonzo per la Camminata di Primavera, un percorso ad anello di 10 chilometri lungo il fiume Isonzo che potrà essere l’occasione per un controllo senologico. Al punto di ritrovo, infatti, dalle 10 alle 13 il dottor Luise offrirà la propria competenza per una visita su prenotazione chiamando il 329 1467178.

Ulteriori visite senologiche verranno effettuate dal dottor Giuseppe Stacul mercoledì 10 aprile dalle 16 alle 18 nell’ambulatorio senologico al secondo piano dell’ospedale di Gorizia (posti già esauriti), mentre è ancora possibile prenotare tre posti per i controlli che effettuerà la dottoressa Marta Pestrin giovedì 18 aprile, dalle 15.30 alle 18, nell’ambulatorio della Casa di riposo comunale di Monfalcone (via della Crociera 14).

Sono però in arrivo anche due importanti novità, sempre all’insegna della prevenzione e della diffusione di Lilt Isontina sul territorio. Partirà presumibilmente in autunno il progetto della spesa al supermercato sotto la guida di una “personal shopper”, una professionista che guiderà un gruppetto di massimo dodici persone alla lettura delle etichette e alla scelta consapevole dei cibi migliori per la salute. Le uscite saranno quindicinali, sempre con persone diverse, che potranno parteciparvi su prenotazione seguendo i consigli della nutrizionista Anna Bacco che li aiuterà ad abbracciare un corretto stile di vita dopo la malattia.

Innovativo anche il progetto relativo all’apertura di un Punto di ascolto proposto dal primario del reparto di oncologia Aldo Iop. Prossimo alla pensione, cui approderà in maggio, il medico già lo scorso anno ha infatti pensato all’importanza di un luogo in cui pazienti e familiari possano sentirsi accolti, ascoltati e rassicurati rispetto ai mille interrogativi che suscita una patologia oncologica: «La parte relazionale medico-paziente è fondamentale e curativa ma non sempre riusciamo ad assolverla nel migliore dei modi. Per questo ho pensato a un punto di ascolto che non sarà un ambulatorio ma uno spazio in cui si potrà cercare di chiarire la situazione».

«Il servizio sarà svolto un paio di ore a settimana, su prenotazione, a partire da settembre e andrà in qualche modo a completare l’eccellenza nella cura dei tumori rappresentata dal nostro ospedale. Abbiamo le sirene di Aviano e Udine che ancora attraggono molti malati, ma in realtà anche Gorizia è una punta di diamante per queste patologie» ha concluso il medico. Il Punto, i cui spazi devono ancora essere individuati ma saranno comunque extra ospedalieri, sarà patrocinato da Asugi, dal Comune di Gorizia e reso possibile grazie alla preziosa collaborazione dell’”Assicurazione Vittoria” che ha deciso di aderire sostenendo le spese di avvio e mantenimento nel tempo di questa importante iniziativa.

Un ringraziamento a Lilt Isontina e in particolare ad Asugi è giunto dall’assessore al Welfare Silvana Romano, che ha elogiato il reparto oncologico di Gorizia per l’ottimo lavoro che svolge non solo dal punto di vista medico ma soprattutto psicologico nel modo di approcciare la malattia. Una malattia, quella tumorale, che può essere combattuta facendo gruppo e dedicandosi a esperienze aggregative come la pittura: a testimonianza di questo la settimana dedicata alla prevenzione si è aperta, sabato 9, con l’inaugurazione della Collettiva di pittura di 11 autrici del territorio, ospitata alla sala Antiche Mura di Monfalcone fino a sabato 23 marzo e visitabile nelle giornate di mercoledì, sabato e domenica dalle 10 alle 12.

“Il Goriziano” Eliana Mogorovich

 

5x1000

Dona il tuo 5x1000 alla Lega Italiana Lotta ai Tumori.
Scopri come